Ci si può fidare del trading automatico?


Il Forex sta conoscendo una seconda giovinezza grazie soprattutto alla diffusione di internet ed i trader privati. La sua popolarità è ai livelli massimi, tanto che sono sempre di più gli strumenti online che vengono offerti per riuscire a fare trading con il minimo sforzo.

Gli “ultimi ritrovati tecnologici” come i trading robots, consistono in una serie di programmi e applicazioni, che promettono di investire automaticamente sul mercato, facendovi guadagnare senza muovere un dito. Tuttavia, la paura della maggior parte delle persone, è di ritrovarsi con il conto prosciugato, per via di un malfunzionamento o una truffa. Ma allora ci si può fidare oppure no dei programmi per il trading automatico? Certamente, questo tipo di applicazioni presentano dei vantaggi. Innanzitutto, consentono di risparmiare tempo, ed il tempo si sa: è denaro! Quello di cui l’utente medio non è sicuro, è se queste macchine siano in grado realmente di far guadagnare.

A differenza dell’uomo, la macchina ha il vantaggio di poter operare 24 ore su 24

Il computer non ha bisogno di riposare, dormire, mangiare, andare al bagno, uscire con la fidanzata, ecc.

Questi programmi, infatti, sono stati creati appositamente per i trader privati, che a differenza dei professionisti, non hanno il tempo di seguire i mercati.

Inoltre, essendo delle macchine, questi programmi riescono ad effettuare calcoli molto più precisi dell’essere umano, aumentando le probabilità di vincita e diminuendo quelle di perdita. Questi programmi, infatti, tengono conto degli andamenti di mercato, controllano le statistiche ed effettuano analisi del mercato dalla precisione matematica. Dunque, l’offerta può sembrare piuttosto allettante, ovviamente, non tutti i programmi sono uguali e bisogna scegliere con attenzione quello più adatto a gestire il proprio capitale.

Quali sono i limiti?

Semplice, la cosa più importante che dovete sapere, è che questi programmi non possono fare tutto da soli. Innanzitutto, bisogna dedicargli un po’ di tempo per stabilire tutti gli attributi, legati alla propria strategia di trading, che poi la macchina andrà ad applicare. Alcuni programmi automatici di trading sono molto complessi, perché si rivolgono ai trader professionisti, e i principianti dovrebbero starne alla larga.

Si trovano anche i programmi più semplici 

Quelli per i novizi del settore, ma anche questi “chiedono” all’utente un minimo di conoscenza base del mercato, perché dovrà sempre e comunque impostare la propria strategia, per quanto l’interfaccia utente possa essere semplice da gestire. Inoltre, bisogna capire che alcuni elementi psicologici che influenzano il mercato e di conseguenza il Forex, non sono prevedibili da un programma. Questo perché loro “pensano” in modo matematico, e questo rappresenta anche il loro limite più grande. Ricordate che il Forex è pur sempre un mercato fatto da esseri umani e le tendenze, spesso e volentieri, sono influenzante dalle notizie e gli annunci di mercato. Quindi è difficile chiedere alla macchina di essere perfetta, perché non potrà mai e poi mai “giocare” d’intuito, come fanno i veri trader professionisti. Per trarre profitto da questi programmi, è bene tenere a mente alcune regole base: bisogna saper scegliere la migliore strategia di mercato in base alle ultime tendenze e trovare una soluzione semplice che possa realmente far risparmiare il tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *